http://www.canadagooseonsale.be http://www.troilus.es http://www.maclorry.be https://www.styleandthecity.nl

Lettere delle famiglie

Grazie per quel bacio e per quella carezza che mi fanno sentire amata

grazie per quel abbraccio che mi fa sentire al sicuro

grazie per avermi incoraggiata e per avermi insegnato a impegnarmi a fondo in tutto quello che faccio

grazie per quel castigo che mi ha fatto capire quali sono le cose giuste e quelle sbagliate

grazie perchè se ho paura posso correre tra le vostre braccia e sentirmi al sicuro

grazie perchè avete aiutato la mamma a capire i miei momenti di difficoltà

grazie per tutto quello che fate e continuerete a fare per me

Sara

Per quello che state facendo per noi, perchè ci date la possibilità di crescere con voi, perchè ci siete sempre quando abbiamo bisogno, per tutte le volte che vi abbiamo citato ad esempio con le nostre mamme, per tutte le volte che ci avete coccolati, per le volte che davanti ai nostri capricci avete saputo essere non solo educatrici ma mamme in seconda, non ci sono grazie che bastino, vi vogliamo bene.

Un abbraccio,
i vostri bimbi della sezione grandi

Rozzano, 30 Luglio 2010

Care Maria Grazia, Giusy, Ambra, Martina, Alessandra, Cinzia, avrei voluto far precedere i vostri nomi dal titolo professionale che più vi si addice!

Ma quale usare: educatrici, puericultrici, maestre oppure amiche e “vice-mamme” del mio Eric? Non esiste credo, o almeno io non l’ho ancora trovato, il termine che comprenda tutto, ma proprio tutto, quello che siete state per mio figlio e per me.

Qualsiasi diploma di specializzazione, attestato, corso di aggiornamento, non vi renderebbe comunque merito: il vostro impegno, le vostre capacità, la vostra sensibilità, e l’amore con cui avete educato ed accudito mio figlio non lo avete sicuramente imparato a scuola! Sono sicura che fa parte di voi, del vostro essere, vi caratterizza come le splendide persone che siete!!!

Quanto ha imparato Eric con il vostro aiuto! Mi riferisco a ciò che gli permetterà di affrontare nel modo giusto (almeno per me) la vita e il mondo che lo aspetta.

Ha imparato a giocare con gli altri, a condividere le merende, le torte di compleanno, la frutta con i compagni; a sistemare i giochi che ha usato ed aiutare gli altri a farlo; a rispettare tutti: i grandi ma soprattutto i più piccoli e a chiedere scusa le volte che non è riuscito a farlo.

Ha imparato come è molto più bello se si gioca, si canta, si balla con gli altri, e come è più facile colorare e disegnare insieme, scambiandosi i colori e le idee.

Ha imparato a gioire per le “piccole cose”: una nuova attività, un abbraccio di un compagno, un cibo mai assaggiato.

Ha imparato ad esprimere a voce alta i suoi pensieri perchè sempre qualcuno di voi era pronto ad ascoltarlo con attenzione.

Ha imparato il valore di un abbraccio, di una carezza, di una parola di affetto.

Ha imparato che vivere circondato di attenzione e di amore fa sempre la differenza.

Grazie per aver accompagnato il mio Eric a questo primo traguardo vi abbraccio tutte! Sarete sempre nel mio cuore e non smetterò un attimo di decantare le qualità dell’ambiente che siete riuscite a creare con il vostro impegno quotidiano.

P.S. per Ambra: un pensiero felice a te per ogni volta che Eric mi ha chiamata con il tuo nome; vuol dire che ti pensava e che ti aveva nel cuore!

Giovanna

torna su